“Essere madri” in carcere

Il progetto “Essere madri” in carcere, finanziato dalla Regione Veneto, mi vede condurre per l’Associazione “La Gabbianella e altri animali” un gruppo di mamme ospiti all’ICAM (Istituto a Custodia attenuata), una “sezione” per madri e bambini (fino a 6 anni) accanto alla casa circondariale femminile della Giudecca a Venezia.

Questi gruppi settimanali hanno l’obiettivo di riflettere insieme sui bisogni dei bambini, sulle difficoltà ad essere genitori in carcere, senza la presenza del padre e con un’autonomia anche educativa limitata.

I commenti sono chiusi